Musica

Uno degli obbiettivi fondamentali della scuola dell’infanzia è quello di sviluppare nei bambini la propria identità, imparare a conoscersi e ad essere riconosciuti come persona unica ed irripetibile, sperimentando diversi ruoli e forme d’identità attraverso l’ascolto di narrazioni ricche di stimoli emotivi, sociali e culturali, la drammatizzazione ed attività e giochi didattici che favoriscono la conoscenza di se e del proprio corpo. L’organizzazione di un setting adeguato, accogliente e stimolante, delle attività didattiche, dei laboratori e delle routine (l’ingresso, il pasto, la cura del corpo, il riposo, ecc.), svolgono una “base sicura” per nuove esperienze e nuovi stimoli che sviluppano e consolidano l’autonomia personale e di lavoro del bambino, promuovendo così un apprendimento significativo. Attraverso l’azione, l’esplorazione, la manipolazione, il movimento, la sperimentazione diretta tramite problem solving ed il gioco, il bambino apprende ed acquisisce nuove competenze. Nel gioco, in particolar modo in quello simbolico, essi si esprimono, raccontano, rielaborano in modo creativo le proprie esperienze personali e sociali. Anche nella relazione educativa, dove l’insegnante svolge il ruolo di mediatore, i bambini sono stimolati a pensare e riflettere, sollecitati ad osservare, descrivere, narrare, fare ipotesi e chiedere spiegazioni in contesti differenti.